Salerno come Forcella di Napoli

12 marzo, 2016, 12:54 am

Ricordavamo con Paolo Miggiano ,autore del libro “Ali spezzate”, come dopo avere visto su Canale 9 di Napoli  la sua intervista, lo  avessi subito contattato per invitarlo a presentare  la sua storia a Salerno .

“Ali spezzate” e’ un libro che descrive la Napoli ,la Forcella dei fatti che portarono alla morte di Annalisa Durante , una ragazzina di 14 anni di età.

Miggiano, fa anche parte della associazione Poli.is , il cui presidente e’ Paolo Siani , fratello di Giancarlo , altra vittima della camorra che ci ha onorato della loro collaborazione all’evento .

E ieri , 11 marzo  2016 , abbiamo organizzato la presentazione  alla libreria “Imagine’s book, ospiti dei proprietari , con l’ausilio di Imma della Corte , brava giornalista Cavese e di Attilio Bonadies , professore , attore e regista salernitano, che ha letto alcuni passi del libro, ma anche l’agghiacciante lista delle vittime \bambini di camorra.

ma ad un certo punto ho colto una nota di rammarico da parte di  Miggiano , rammarico che poi egli stesso ha palesato: Ovvero  l’interesse per questi argomenti in terra di Campania , non suscita  lo stesso  interesse che suscita fuori regione .

Forse perché, come dice lo stesso Miggiano a Napoli e’ la stessa borghesia, la citta “bene “, la cosiddetta società civile , che tende ad ignorare completamente i problemi dei “quartieri stato” ,così come le stesse istituzioni  tendono a lasciarle in balia di se stesse.

E’ cosi’ e’ stato anche a Salerno , pur con la sala gremita , si e’ avvertita quella indifferenza di fondo , come se si stesse narrando la solita storia del “far west” napoletano , ignorando che nel libro non si tratta solamente del fatto di sangue , ma si compie una vera e propria analisi sociologica dei mali del quartiere, dei suoi abitanti , che vive di camorra  e di illegalità senza lasciare speranza alle attuali e future generazioni e senza la consapevolezza da parte del governo della città e dalla cosìdetta società civile.

E da questo magma , da questo caos primordiale si erge la figura di Giannino durante , padre di Annalisa , che nonostante la mancanza cronica di un lavoro onesto non cede al fascino del guadagno facile , ma si impegna a mantenere viva la memoria della figlia .

Da uomo di non cultura dà una lezione di vita a tutta la città , cerando dal nulla una biblioteca fatta di donazioni spontanee , dalla generosità della tante persone che hanno scoperto la triste storia di Annalisa.

e sempre da uomo di non cultura incomincia a fare ” book crossing” a forcella , lasciando nei bar , nei negozi libri che chiunque puo’ prendere , restituire o tenere . Sulla copertina interna un “ex libris” particolare che recita:” Chi vuole può donare un libro , anche quello amato di più, all’associazione Annalisa Durante , Via Vicaria vecchia , 23.

Invece una sorta di letargia avvolge le persone di cultura : questi, di fronte ai fatti di sangue, restano ormai indifferenti ,come se non accadesse in casa loro e come se le vite che si spezzano siano cose normali e dovute ad  un ambiente di degrado e perciò inevitabili  .

La stessa letargia che avverto per la non volontà di volere cambiare le cose in questa martoriata città di Salerno , assalita dai politici del cemento e affannati da processi contro di loro un giorno si L1020645 L1020647, ed un giorno no .

Anche qui la malavita ,sta facendo passi da gigante , in un escalation di azioni criminose o di infiltrazioni mafiose.

Anche questo fa sì che Salerno sia come Forcella .

L’impegno comunque non finisce qui : il 22 aprile prossimo saremo al Marte di Cava , con la stessa squadra per portare avanti anche noi il ricordo di Annalisa.

Daniele Caramagna



No comments yet.

Sorry, the comment form is closed at this time.

Se continui a navigare su questo sito, devi accettare l'utilizzo dei cookie. Più Informazioni

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi